Argomento della ricerca / del progetto
Studio di fattibilità e successiva progettazione preliminare relativa al “Piano Energetico Distrettuale della Piana di Sibari” per la transizione dai tradizionali distretti industriali ad un modello organizzativo e competitivo di ’”Eco-Distretto”  
       
  Divisione DEA  
  Annualità 2012-2013  
       
  Obiettivi Il Progetto prevede la realizzazione di attività di progettazione preliminare relative al “Piano Energetico Distrettuale della Piana di Sibari” per la transizione dai tradizionali distretti industriali o produttivi al nuovo modello organizzativo e competitivo dell’”Eco-Distretto”. Il Distretto Agroalimentare di Qualità di Sibari (DAQ), estendendosi su tutta la Piana di Sibari, dalle pendici del Pollino a quelle della Sila, copre una vasta area di circa 200.000ha con una popolazione di circa 150.000 abitanti, ed interessa diverse decine di comuni, tutti nella provincia di Cosenza. In una zona così vasta, poco densamente popolata ed a prevalente vocazione agricola, la gestione delle acque è al tempo stesso strategica e complessa. I diversi consorzi di bonifica operanti sul territorio interessato operano a strettissimo contatto con le Pubbliche Amministrazioni locali e con le aziende operanti nella Piana. Il Distretto Agroalimentare di Qualità di Sibari è quindi una importante interfaccia tra le aziende agricole consumatrici di acqua e gli enti gestori delle risorse idriche, ed ha strutturali relazioni con questi ultimi. Le problematiche più importanti, relativamente ai rifiuti, dei sistemi agricoli territoriali sono lo smaltimento dei contenitori di prodotti antiparassitari ed in generale chimici, utilizzati nella produzione ed gli scarti di produzione. Le dimensioni produttive della Piana sono tali da giustificare, da parte del DAQ, la realizzazione di un apposito Piano Distrettuale di raccolta e smaltimento delle confezioni dei prodotti chimici, finalizzato all'ottimizzazione della logistica di raccolta e riduzione dei costi. Quindi il mondo agroalimentare produce una enorme quantità di scarti che, con le opportune innovazioni tecnologiche e, soprattutto, sinergie tra diverse aziende, possono diventare una importante fonte di energia utile ad integrazione dei redditi da produzione agricola. Il DAQ lavora in sinergia con Agenzia per l’Energia e lo Sviluppo Sostenibile della Provincia di Cosenza e con l'Università per la realizzazione di progetti integrati orientati in questa direzione, favorendo le aggregazioni di imprese, il trasferimento tecnologico dal mondo della ricerca e individuando i necessari canali di finanziamento ed accesso al credito. Ottimizzare il sistema produttivo a vocazione agroindustriale del Distretto Agroalimentare di Qualità di Sibari (DAQ), attraverso la valorizzazione efficiente dei flussi di materia ed energia e mediante l’utilizzo di soluzioni tecnologiche e logistiche a carattere innovativo.  
       
  Articolazione / Fasi
Il progetto si articola nelle seguenti fasi: - studio di fattibilità tecnico-economica, che prevede l’analisi del contesto (interno ed esterno), la valutazione delle alternative e la caratterizzazione della soluzione selezionata; -progettazione preliminare dell’opera, che prevede la realizzazione della relazione illustrativa, di quella tecnica, dello studio di pre-fattibilità ambientale, della planimetria generale e degli elaborati grafici, del calcolo sommario della spesa e del quadro economico di progetto; -capitolato speciale descrittivo e prestazionale che prevede di fornire indicazione delle necessità funzionali, dei requisiti e delle specifiche prestazioni che dovranno essere presenti nell’intervento, specificazione delle opere generali e delle eventuali opere specializzate comprese nell’intervento con i relativi importi e tabella dei criteri e sub-criteri in cui l’intervento è suddivisibile.  
       
  Destinatari Società del Distretto Agroalimentare di Qualità di Sibari (DAQ)  
       
  Output della ricerca Progettazione del Piano Energetico Distrettuale della Piana di Sibari e definizione di un modello organizzativo e competitivo replicabile per la transizione da distretto industriale a eco-distretto. L’attività di diffusione dei risultati del progetto di ricerca sarà realizzata mediante la pubblicazione di rapporti di ricerca e/o l’organizzazione di eventi di presentazione.  
       
  Contatti per maggiori informazioni
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  
     
Print
 
» Back

Questo sito accetta cookie tecnici o assimilati per migliorare le funzionalità e la tua esperienza di navigazione ed utilizzo. I cookie impiegati per il funzionamento del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedi la nostra Privacy Policy.

Accetto l'utilizzo dei cookie in questo sito.